Il Conai prende atto della linea europea sugli imballaggi e rinvia ulteriormente l’entrata in vigore del contributo ambientale che vorrebbe applicare ai vasi per la floricoltura

Il Conai proroga fino al 31 Luglio 2024 l’entrata in vigore del contributo ambientali sui vasi per il florovivaismo, al quale si oppongono fermamente Assofloro e Coldiretti. E’ l’effetto dell’Accordo di Consiglio e Parlamento Europeo sul Regolamento imballaggi, dove sono stati accolti gli emendamenti presentati da Assofloro e Coldiretti per la definizione dei vasi in plastica per il florovivaismo.

Come ci aspettavamo, il Conai ha comunicato l’ulteriore proroga, dal 21 Marzo 2024 al 31 Luglio 2024, dell’entrata in vigore del Contributo ambientale Conai (CAC) sui vasi in plastica per fiori/piante di spessore inferiore a 0,8 millimetri. 

E’ l’effetto dell’accordo provvisorio raggiunto lo scorso 4 Marzo tra la Presidenza del Consiglio e i rappresentanti del Parlamento europeo su una proposta di Regolamento sugli imballaggi che, per quanto riguarda i vasi per il florovivaismo, riflette quanto proposto tramite emendamenti da Assofloro e Coldiretti come soluzione alternativa al testo adottato in plenaria dal Parlamento europeo:  i vasi che vengono utilizzati dalle aziende florovivaistiche per la coltivazione di piante e fiori, compresi i contenitori per il trapianto direttamente riempibili, impiegati nei rapporti business to business durante le diverse fasi del ciclo produttivo dell’impresa o destinati a essere venduti insieme con la pianta, non sono considerati imballaggi ma bensì beni strumentali alla coltivazione.
Motivo per cui in Italia, per questa tipologia di vasi, non è dovuto il Contributo ambientale.

L’inquadramento normativo dei vasi per la floricoltura impiegati nei rapporti business to business sia in Europa che in Italia appare quindi sempre più chiaro e, grazie all’interazione avuta con Europarlamentari e Governo, va a tutela delle aziende agricole e florovivaistiche italiane, che rischiavano inutile burocrazia e un macigno insostenibile sui costi di produzione, riducendo ulteriormente il margine di guadagno e la competitività nei confronti di altri Paesi. 

Le definizioni inserite nella proposta di Regolamento, che ricalcano i nostri emendamenti, sono molto chiare:

Non packaging – Non imballaggio
-Flower and plants pots, including seed trays, used in business to business relations throughout different stages of production or intended to be sold with the plant.
Vasi per fiori e piante, compresi vassoi per sementi, utilizzati nei rapporti tra imprese durante le diverse fasi della produzione o destinati ad essere venduti insieme alla pianta.

Packaging – Imballaggio
-Flower and plant pots intended to be used for selling and transporting.
Vasi per fiori e piante destinati alla vendita e al trasporto.

Ci auguriamo che, nell’interesse delle aziende florovivaistiche italiane, in questa fase dove il Regolamento UE verrà sottoposto per approvazione ai rappresentanti degli Stati membri in seno al Consiglio (Coreper) e alla Commissione per l’ambiente del Parlamento, le organizzazioni che rappresentano il nostro settore mantengano, anche attraverso una comunicazione corretta, la posizione che Assofloro e Coldiretti hanno raggiunto, che è quella che tutela il florovivaismo italiano da burocrazie e contributi non dovuti, anziché sostenere azioni strumentali che hanno il mero scopo di portare costi non sostenibili per gli imprenditori florovivaistici.

Per approfondire

15 Marzo 2024. Imballaggi: c’è l’accordo di Consiglio e Parlamento Europeo. Sui vasi per il florovivaismo passa la posizione Assofloro-Coldiretti

27 Novembre 2023. Imballaggi, il Conai proroga la sospensione del Contributo ambientale sui vasi in plastica fino al 31 Marzo 2024

23 Novembre 2023. Regolamento imballaggi, il Parlamento europeo ha votato gli emendamenti proposti e sostenuti da Coldiretti e Assofloro che puntano a tutelare le aziende florovivaistiche.

30 Giugno 2023. Il Conai scrive ad Assofloro e Coldiretti: dopo una lunga trattativa sospeso il contributo ambientale sui vasi in plastica per la floricoltura.

Post correlari

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi